• 02:50:48 pm on giugno 18, 2009 | 5
    Tag:, , , ,

    Italia: dal cetriolo verde all’Ungheria.

    Uno dei maggiori stereotipi che sono associati all’Italia e’ quello del “buon gusto’. Questo deriva dal grande numero di artisti nati e vissuti nel nostro paese che hanno deliziato il mondo intero. Questa eredita’ ci torna sempre comoda, ci ha dato un bel valore aggiunto per vendere i nostri stracci di moda. Fortunatamente gli allocchi all’estero li comprano.

    Sostanzialmente siamo passati dal sublime al cafonal chic; della grandezza dei nostri artisti rinascimentali sono rimaste solo le vestigia e qualche alfiere che ancora si batte per la il prolungamento della nostra tradizione. Parliamo ovvimante di mosche bianche che non sto qui ed elencare, non e’ questo il punto.

    Negli ultimo 3 anni i politici hanno cercato di partorire un qualcosa che ci rendesse distinguibili ovunque, qualcosa ci rappresentasse ed unisse, un elemento grafico che fosse la summa della storia italiana. Non e’ una missione semplice, diciamolo chiaramente. La costruzione di un logo, in ambito grafico, e’ uno dei processi piu’ lunghi e complessi per la costruzione di una solida immagine coordinata ed identita’ del marchio.

    Rutelli, anni fa, partori’ questo:

    logo_italia1

    Il risultato fu ovviamente imbarazzante: un cetriolo verde mimava tragicamente una “T” tra due caratteri di diverso stile. Fu’ ovviamente demolito dalla comunita’ di esperti di grafica e comunicazione. A lato mettiamo che questo logo avrebbe farto parte del fallimentare sito italia.it, che costo’ cifre esorbitanti per essere poi chiuso dopo circa un anno di vita.

    Ci riprova cosi’ Silvio Berlusconi e la sua gang. Della faccenda si prende il carico la Brambilla, che da brava esperta di “marketing” e non so cosa (tutti ormai hanno una cencissimo inutile corso di marketing alle spalle) pubblica una bozza del nuovo logo per l’Italia.

    9ce502db2846a07d73b3cc18f1b4ba4f

    Ed ecco che dagli ortaggi di Rutelli diventiamo “magici” anzi “magic” con la Brambilla e Berlusconi. In uno sfondo di luci, sfumature ed ondivaghe linearita’, il povero font Bodoni e’ avvolto da un baffo tricolore. Il risultato e’ decisamente imbarazzante, degno forse solo di campeggiare in qualche televendita.

    La proposta della Brambilla viene completamente demolita dai commenti, e d ecco che subito, da buona donna di immagine e gusto quale ella sia, pronto subito un restyling:

    e51516cc6ebbe7ad0ac736868db099f6

    Ora va un po meglio, peccato che bandiera sia quella dell’Ungheria.

    Annunci
     

Comments

  • andima 5:03 pm on 18 giugno 2009 | #

    ricordo benissimo le polemiche per il portale italia.it, un fallimento storico:/
    penso che se avessero indetto qualche concorso, un po’ come fa google e chissa’ quante altre aziende per i loghi, insomma un concorso tra giovani e non, sicuramente sarebbe uscito qualcosa di migliore per il logo, il problema e’ che il popolo conta poco in questa “democrazia” :(

  • andima 5:04 pm on 18 giugno 2009 | #

    ah ma l’hai mai visto il video di rutelli che presentava il portale italia.it?? tentando di parlare inglese? questo insomma:

  • bacco1977 10:10 pm on 18 giugno 2009 | #

    pliz….visit italy…pliz…..

    Il punto e’ anche questo, e chiedo a tutti di rispondere. Onestamente e con sincerita’.
    Ma siamo sicuri che abbiamo piu’ “buon gusto” di altri popoli?
    Io a vedere cio’ che sono diventate le nostre citta’ non direi.
    Pero’ sono aperto alla discussione.
    Magari mi sbaglio…..

  • Lyndon 7:53 am on 19 giugno 2009 | #

    @Andima: Come non ricordarlo Andima, fu veramnente uno scandalo. Migliaia di euro dei contribuenti buttati nel nulla. Lavorando nel settore ti posso dire che andrebbe istituito un bando ed andrebbero coinvolte i migliori designer ed agenzie italiane. Questo non accade poiche’ la politica clientalare non permette agli outsider di partecipare ad appalti di questo tipo.

    Il video di Rutelli e’ veramente un chicca e d qualcosa che gli anglofoni non dovrebber mai vedere. Pliz, plizz.. save us from this crap!

    @Bacco1977: Apri una questione fondamentale ed e’ proprio il punto fondamentale del post. Siamo ancora detentori dell’armonia estetica, del bello e del gusto? Io penso che in Italia ci siano talenti validissimi che non riescono assolutamente ad emergere per difficolta’ che potremmo definire “tecniche”. Negli anni 60-70 la comunicazione politica era affidata a veri esperti e geni del genere, vedi il lavoro fatto da Michele Spera per il partito repubblicano. Ancora lo ritrovo come esempio di stile nei manuali di design internazionale. Qui un articolo interessante su questo grandissimo talento italiano: http://www.reportonline.it/200804232791/cultura/michele-spera-e-limmagine-del-partito-repubblicano.html

    Purtroppo ad oggi soffriamo una tremenda flessione creativa e stilistica, e questo non perche’ mancano i talenti ma perche’ sono soffocati da sovrastrutture impossibili da superare.

  • bacco1977 10:01 am on 19 giugno 2009 | #

    ecco.
    hai colto.
    “Purtroppo ad oggi soffriamo una tremenda flessione creativa e stilistica, e questo non perche’ mancano i talenti ma perche’ sono soffocati da sovrastrutture impossibili da superare.”

    E’ li che volevo arrivare.
    Se tu soffochi chi e’ capace, viene fuori l’incapace. Risultato, in un paio di decenni il paese si trasforma in un volgare pitale creativo/estetico.

    Lo stesso vale per ogni settore.
    Prendi le universita’.
    Sicuramente le migliori del mondo dagli anni 50 agli anni 70.
    Ma poi i tal;enti sono stati soppressi, e quindi ci ritroviamo incompetenti sulle cattedre.
    Risultato?
    Qualita’ dei laureati e diplomati che va degradando……

    Ha senso? O dobbiamo continuare a dire che siamo meglio preparati degli irandesi?

    Io purtroppo vedo che gli irlandesi, nel mio settore, sono molto bravi…..


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: